Fuoriporta nella valle del Ceno

Una bella giornata di settembre è l’occasione per un bel fuoriporta…

Prima tappa FIERA DEL FUNGO: manifestazione si tiene ogni anno a Borgotaro piccolo, ma affascinante, borgo storico nella provincia di Parma al confine con Pontremoli. Questa è l’occasione che fungaioli e appassionati di funghi aspettano tutto l’anno. Fiera che si snoda tra le viuzze del piccolo paese ed offre la possibilità di acquistare funghi, ma non solo, molti sono infatti i prodotti tipici presenti da diverse parti d’Italia come patate, formaggi, confetture…

Fatta scorta di funghi, formaggi e riso si riparte per la seconda tappa della giornata: direzione Bardi.

Lasciato Borgotaro dopo una tortuosa strada si sale fino ad arrivare al paese dove arroccato ad un imponente diaspro rosso sorge il Castello dei Landi, il nostro punto di arrivo.

Non lontano dalla via Francigena, gia citata nel post su Pontremoli, questa bellissima fortificazione sorge al centro della valle del Ceno.

instaImage_4

Arrivata al cancello la ragazza della biglietteria informa che le visite guidate (domenica 22 settembre) sono alle ore 11 e 16. Essendo le 14 decido di fare un tour in solitaria, ma un deplian ben scritto e la numerazione delle zone accessibili agevola molto la visita.

Il nome Bardi deriva con ogni probabilità da Longobardi e f presumere che il popolamento dell’alta val di Ceno si sia verificato durante il Medio Evo.

L’origine della Rocca si attribuisce all’anno 898 d.c. quando viene registrato l’acquisto da parte di Everardo Vescovo di Piacenza, dovuto quasi sicuramente alla necessità di difendersi dalle invasioni ungariche, infatti questa maestosa roccia sorgeva in un punto strategico.

Fino al XII secolo il castello fu governato da nobili locali conti di Bardi, finchè nel 1257 fu acquistato con il vicino castello di Compiano dal ghibellino Umbertino Landi di Piacenza che ne fece la capitale dei domini della sua famiglia. Da quel momento il dominio dei Landi durerà 425 anni, durante i quali ai piedi delle sue possenti mura si svolsero molte battaglie contro i guelfi sconfitti nel 1313.

Rocca interamente fortificata in pietra cresciuta nel tempo intorno alla mole del mastio. Circondato da mura scarpate dotate di cammino di ronda percorribile interamente dove oltre ad ammirare il panorama si possono osservare feritoie e piombatoie.

L’interno comprende vari edifici: la residenza, alloggi milizie piazza d armi cappella sala tortura.

All’interno del castello si trovano inoltre il Museo della civiltà valligiana, il Museo della fauna e de bracconaggio ed il Museo archeologico della valle del ceno.

Come ogni castello che si rispetti anche questo ha il suo Fantasma, la bella SOLESTE, ma questa è tutta un’altra storia…

Bella gita che consiglio vivamente soprattutto agli appassionati di Moto Gran Turismo e da Strada.

Voto 8 a questo fuoriporta dal sapore Medievale.

E voi cosa ne pensate? Siete mai stati a visitare queste zone??

See you soon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...